Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Zuppa di cipolle-Soupe à l’oignon




Tempo di preparazione: 40 min. (escluso il brodo)
Difficoltà: media
Segreto: caramellizzazione delle cipolle
Della serie cena romantica a due a lume di candela, cominciamo con la zuppa di cipolle e proseguiamo con il pollo ai 40 spicchi d'aglio. Tanto per rimanere sul tema degli argomenti che a tavola inevitabilmente tediano i commensali- le classiche battute sul potere lubrificante dell'aglio sui rapporti sociali (brrr…)- la zuppa di cipolle offre una splendida occasione per fare un riassuntino su ciò che non andrebbe mai detto seduti intorno ad un tavolo, a cominciare dall'iniziale buon appetito per concludere con la grappa che fa digerire, passando per le varie insalate bocca-pulenti (sigh!), la tagliata ben cotta su un letto di rucola e le inevitabili allusioni che la soupe à l'oignon potrebbe suscitare sui più temerari- si fa per dire- dei vostri ospiti.
Prima di cominciare, avrete bisogno di un paio di litri di brodo di carne (cioè di un pezzo di manzo con l'osso lessato per almeno un'ora con sedano-cipolla-carota e poi filtrato) o se volete una versione più light semplice brodo vegetale (quello sapete come si prepara, no?). Calcolate due cipolle e mezza di medie dimensioni per ogni portata che va servita in scodelle fonde, poi Emmenthal abbondante, 50 grammi ca. a testa, pane bruscato e i soliti sale, pepe, olio e burro.
Preparazione delle cipolle: scegliete, per 2 persone, due cipolle bianche ed una rossa e, per evitare lacrime e sangue, una volta sbucciate e spaccate a metà e private dell'anima, mettetele nel mixer e fatele a pezzettini.
Procedete così: in una casseruola larga e alta sciogliete un quadratone di burro in due cucchiai d'olio d'oliva. Aggiungete le cipolle tritate e fate soffriggere un bel po', almeno dieci minuti. Il segreto è tutto qua, chimicamente parlando si parla di caramellizzazione in quando col calore gli zuccheri complessi presenti nella cipolla prima si rompono in zuccheri semplici e poi, appunto, caramellizzano. In questo modo eviterete che la zuppa di cipolla sappia semplicemente di cipolla lessa che così ad occhio e croce non mi sa di qualcosa particolarmente accattivante. Aggiungete il brodo e fate andare per una mezzoretta, fino cioè ad ottenere un brodo sufficientemente denso. Salate e pepate e trasferite nelle scodelle, coprite con il pane bruscato e fate un tetto di Emmenthal grattugiato a scaglie. Infornate con modalità Grill e attendete che il formaggio si fonda e poi servite caldissimo.
Consiglio del Sommelier: è una zuppa calda, quindi anche solo per favorire il I principio della termodinamica si autoescludono tutti i bianchi e gli Champagne. È ovvio che serve un rosso, direi di media struttura- il solito Chianti però mi è venuto a noia- e rimanendo in Francia andrei su un Côte du Rhone o un Bordeaux da battaglia, zuppa di cipolle è un piatto in cui sono presenti la sapidità, la tendenza dolce, la grassezza e ovviamente la succulenza, intrinseca e, come in tutti gli alimenti, indotta.
Profitez!

Commenti

  1. ma che buona la zuppa di cipolle!!!

    RispondiElimina
  2. My husband loves this soup! Very nice! Great recipe! I'm following you from Sicily!

    RispondiElimina
  3. Ciao Andy,

    bene bene:

    APERTURA:zuppa di cipolle
    PRIMO: tagliatelle con cipolla (mi devo far ripetere la ricetta..è semplice, d'altronde la semplicità è da sempre l'ingrediente più complesso)
    SECONDO: pollo ai 40 spicchi d'aglio
    CHIUSURA: con spicchi di formaggio svizzero Vacherin fribourgeois utilizzato per la preparazione della fondue moitié-moitié

    Nardini alla mandorla per correggere il "fiato da leone" (cit. Romeo degli Aristogatti)finale
    Ciao Raf

    RispondiElimina
  4. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaammmmmmm :-D complimenti!

    RispondiElimina
  5. @arf ci aggiungerei anche il frittatone di cipolle, il pan de ajo e lo tsazichi...

    RispondiElimina
  6. ..scusa per forza l'emmenthal? si può usare il parmigiano? ...certo non si rispetta l'originale francese..ma questo formaggio non mi piace...mentre la zuppa di cipolle tanto!!!! (scansavo l'emmenthal!)..che dici?
    looking forward to your reply.......

    RispondiElimina
  7. Tutto si può, soprattutto se a te piace... Io personalmente non amo il parmigiano troppo fuso, anche nella pasta lo aggiungo solo alla fine direttamente nel piatto, mi disturba quell'odore troppo pungente che si sviluppa. Magari lo si potrebbe aggiungere senza poi passarlo al grill ma lasciando che fonda con il solo calore della zuppa.

    Ciao e a presto

    RispondiElimina

Posta un commento

Più letti della settimana

Afrodisiaci: il più potente del mondo.

Dieci cose da sapere sulle malattie infettive prima di intervenire in discussioni insensate sui Vaccini attraverso piattaforme social [1]

Paccheri cernia, pomodorini e olive nere

Tartare di cervo

Kobe beef ovvero la bistecca più buona del mondo

Polenta al ragù, salsiccia e spuntature di maiale