Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Zuppa ceci e vongole



Tempo di preparazione: 20 min. esclusi i ceci
Difficoltà: facile
Segreto: acqua delle vongole


Per i ceci: prendete quelli secchi e ammollateli in acqua per tutta la notte, se intendete preparare la zuppa a pranzo, o per tutto il giorno se è prevista per cena. Sono tentato quasi di darvi le dosi per 12 persone, tanto per rompere gli schemi relativi alle fantomatiche 4 persone di tutte le ricette ed anche per aggirare una situazione che, quando ho a che fare con legumi secchi- ceci, fagioli neri o lenticchie che siano- si verifica immancabilmente: una volta rigenerato il legume in questione è sempre sovra dosato. Comunque, metteteli poi in pentola assieme ad acqua, sale grosso una cipolla, una carota ed un rametto di sedano e fate andare per un paio d'ore.
Per le vongole: per 4 persone sarà sufficiente il classico sacchetto da un kilo. Spurgatele attentamente in acqua tiepida e sale che per effetto osmotico richiamerà la sabbia all'interno dei mitili. Attenzione però perché potrebbe non essere sufficiente, basta infatti una sola vongola ancora sabbiosa per rovinare tutto il sautè. Un rimedio a questo inconveniente potrebbe essere quello di filtrare il liquido fuoriuscito dopo la cottura una volta che le vongole si sono aperte con un colino ed un panno bianco, o della carta asciugatutto oppure sciccheria massima, se vostro cognato magari fa l'agente dei presidi medici chirurgici, della garza sterile medicale.
Sautè: scaldate due cucchiai di olio d'oliva extravergine con aglio vestito e schiacciato e peperoncino fresco sminuzzato al coltello. Fate soffriggere per 2\3 minuti e poi versate le vostre vongole belle spurgate, alzate la fiamma, coprite e fate andare per pochi minuti, fino a quando non si saranno aperti cioè tutti i mitili.
Assemblaggio finale: sgusciate metà delle vongole e trasferite il mollusco nel mixer assieme alla metà dei ceci- non la metà delle dodici persone ma verosimilmente un paio di tazze da latte- e alla carota lessata. Aggiungete metà del liquido del sautè ed una tazzina da caffè del brodo di ceci. Salate e pepate e poi frullate tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. Direttamente nel piatto poi aggiungete le vongole con il guscio, il resto del liquido del sautè e un cucchiaio di ceci interi. Fondamentale il rosmarino, un goccio di olio a crudo e i crostini di pane. Piccolo segreto per i crostini: infornateli con la modalità grill ma prima bagnateli con l'olio extravergine ecc. ecc. In questo modo si doreranno con un effetto crocchetta fantastico.

Consiglio del Sommelier: zuppa di ceci e vongole è un piatto sapido e cremoso, con molti profumi di mare e di terra. Benissimo bollicine tipo Franciacorta Ca' del bosco oppure un rosso maturo in cui il tannino si sia ammorbidito, qualcosa tipo un Taurasi del 2005 o un Cesanese del Piglio- che fa oltre 15°- sempre con qualche anno di maturazione.

Enjoy!

Commenti

  1. Veramente interessante..provo a farla questo fine settimana!
    Lidia

    RispondiElimina
  2. Sea clam and chick-peas,divine combining! A.B.

    RispondiElimina
  3. appena vado ad Anzio a comprare le vongole buone ci provo, ricetta molto interessante, hai consigli su dove trovare mitili all'altezza della tua ricetta in zona Roma (est). Grazie, Claudia

    RispondiElimina
  4. ah ah, la garza sterile la trovo anche in farmacia? Comunque ricetta pazzesca, complimenti
    francesco

    RispondiElimina
  5. sono di Anzio, sto cucinando or ora con le nostre mitiche vongole freschissime...e ceci di campagna...speriamo bene!!

    RispondiElimina
  6. ho degli ospiti a cena venerdì. la provo sembra squisita!
    stefi5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo e'! okkio allo spurgo, e' l'unica complicazione.

      Elimina

Posta un commento

Più letti della settimana

Afrodisiaci: il più potente del mondo.

Dieci cose da sapere sulle malattie infettive prima di intervenire in discussioni insensate sui Vaccini attraverso piattaforme social [1]

Paccheri cernia, pomodorini e olive nere

Tartare di cervo

Kobe beef ovvero la bistecca più buona del mondo

Polenta al ragù, salsiccia e spuntature di maiale